Peterhof, San pietroburgo: Orari, prezzi ed informazioni sulla reggia dello Zar

Peterhof, tutte le informazioni utili per una visita al grande palazzo reale di San Pietroburgo

Per arrivare al Peterhof San Pietroburgo dista circa 20km dal grande palazzo, una tappa imperdibile per scoprire la residenza estiva dei Romanov sul golfo di Finlandia.
Pensata per superare in bellezza le corti reali europee, è definita la “Versailles russa” proprio perché, come essa, propone oggi al pubblico 600 ettari di terreno, mostrando tutto lo sfarzo e la bellezza della Russia imperiale, convergendo in esso il lavoro e l’espressione di architetti e operai, soprattutto occidentali, ergendo oggi questo posto a Patrimonio dell’Umanità.Peterhof San Pietroburgo
Visitare il Peterhof significa immergersi in una compagine di palazzi, cascate, giardini e sentieri, tutto arricchito da fontane pirotecniche in oro che, specie nella stagione estiva, si attivano regalando una straordinaria esperienza visiva, nonché storica, considerando che il complesso risale all’impero di Pietro il Grande, il quale si dedicò anche alla costruzione di una grande città oltre al Peterhof: San Pietroburgo.
La visita al palazzo dispone di una guida che fornisce una mappa e la storia esaustiva del posto.

Peterhof: La storia del palazzo

Commissionato dalla Zarina Elisabetta, figlia di Pietro e Caterina I, il Peterhof venne inaugurato nel 1723, mostrando tutto lo sfarzo della sovranità.fontane peterhof Nelle successive mutazioni della residenza, con i relativi cambiamenti storici e politici, il complesso venne talvolta trascurato ma talvolta arricchito da nuove architetture: per esempio la costruzione neoclassica del Palazzo Inglese, voluta da Caterina II, oppure le sempre più vistose fontane.

Con la Rivoluzione d’Ottobre (1917) i beni passarono in mano al popolo sovietico e i palazzi, da residenza imperiale privata quali erano, vennero organizzati in musei che potessero mostrare pubblicamente l’arte russa d’inizio secolo.
Durante la second

a guerra mondiale, una buona parte del patrimonio interno del palazzo venne trasferito e posto al riparo dal confitto. Nel 1941 l’esercitò nazista raggiunse il Peterhof da San Pietroburgo già assediata, distruggendolo.
Poco prima della fine del conflitto, la residenza venne riscattata con l’inizio di un lungo processo di restauro, il quale durò circa due anni e che coinvolse molti architetti, artisti, operai, che non solo ravvivarono il Peterhof dalla liberazione tedesca, ma ne fecero simbolo della rinascita di San Pietroburgo.Giardino Peterhof

Composizione ed informazioni del Peterhof, San Pietroburgo

Il Peterhof è composto da cinque palazzi: Gran Palazzo, Monplaisir, Palazzo Marly Ermitage e il Cottage, adibiti a museo e visitabili su pagamento.

Peterhof san pietroburgo

  • Montplaisir
    Il primo palazzo ad essere costruito fu il Montplaisir su commissione di Pietro il Grande che voleva una residenza estiva per la famiglia imperiale. In pieno stile olandese, il Palazzo, composto da un solo piano, fu costruito in questo punto strategico, dal quale poter rivolg

    ere lo sguardo sia sul golfo che sulla città di cui ne è il simbolo il peterhof, San Pietroburgo

  • Palazzo Grande
    È il palazzo principale ed infatti erge in posizione centrale all’interno del Peterhof.
    Questa struttura, che ha subito più di tutte revisioni nel tempo (l’ampliamento laterale della struttura o la costruzione di fontane, ad esempio) è divenuta il cuore della reggia, prevalendo sul resto.

  • Ermitage
    È un piccolo soggiorno sul golfo di Finlandia, pensato per essere un salotto privato per lo zar e i suoi convitati e costruito tra il 1721 e il 1725.

  • Palazzo Marly
    Questa piccola struttura si trova nella parte ovest del parco inferiore ed era pensata come un salotto per incontri e ospitalità. Il nome, che rievoca la residenza estiva a Marly-le-Roi di Re Sole, elogia ed esalta lo stile francese, per il quale lo zar nutriva ammirazione.
  • Cottage
    Immerso nel Parco Aleksandra, il cottage fu costruito fra il 1826 e il 1829 per lo zar Nicola I e sua moglie Aleksandra. Meno opulente rispetto alle altre strutture, questa residenza si presta ad essere un vero cottage semplice e romantico, sulle sponde del golfo di Finlandia.

Palazzo Grande, la struttura principale

L’edificio principale del Peterhof è il Palazzo Grande.
Dalla sua costruzione originaria subì moltissime modifiche per mano di diversi architetti, destinata a diventare un grandioso immobile.stanze interne peterhof Durante la guerra venne distrutta, ma venne ricostruita in tutto il suo valore, costruendone un museo dove poter mostrare al pubblico quanto salvaguardato durante l’occupazione nazista.
Il palazzo presenta sale di ricercata opulenza in uno stile tra barocco e neoclassico. Quasi tutti gli interni, progettati da Rastrelli, sono rivestiti d’oro e con soffitti variopinti.
Le pareti, contornate da lesene, sono arricchite da drappeggi, specchi e quadri racchiudendo numerose opere d’artigianato passato.Palazzo grande peterhof
Ad oggi si contano all’interno circa 30 stanze, tra le quali ad esempio la Stanza di Çesme, nella quale si ritrae la vittoria sull’impero Ottomano nell’omonima città turca, la Sala del Trono, dove sono contenuti i ritratti della famiglia Romanov, la Stanza dei Dipinti, le Sale Cinesi, in cui sono esibiti oggetti e decorazioni importate dall’Oriente, oppure la Sala da Ballo, sono aperte al pubblico per poter mostrare la storia e la ricchezza della Russia.

I Giardini del Peterhof

La reggia si estende su tre parchi: il Parco Inferiore, il Parco Superiore e il Parco Aleksandra. I giardini sono regolati secondo lo stile barocco, che prevedeva una compostezza formale simmetrica per dare “ordine” alla natura.Giardino Peterhof
Il Parco Inferiore del Peterhof è un enorme giardino alla francese in mezzo a parti di bosco. Proseguendone il percorso, il giardino permette una visione totale e dal basso del Gran Palazzo, elogiato da un grande gioco visivo che compiono le 64 fontane lungo il percorso che termina con la Grande Cascata (proprio sotto il Palazzo Grande): un’insieme di tre fontane a gradoni dalle quali scende l’acqua che confluisce in una grande vasca centrale, il tutto contornato da 200 statue in oro.
Salendo la scalinata è possibile raggiungere una balconata dalla quale mirare a ritroso tutto il viale delle fontane, che inizia con la Statua di Sansone di spalle e termina sullo sfondo del golfo di Finlandia.
Il Parco Superiore è meno esteso di quello inferiore, è ricco di giardini classici e presenta meno aree boscose.Giardino peterhof In compenso ci sono numerossime fontane.
Ad est del parco si possono visitare le cascate del Monte della Scacchiera, in stile orientale, e le Fontane Romane, ispirate a quelle di San Pietro. Da qui è raggiungibile il Monplaisir.
Procedendo per la parte ovest, invece, si possono incontrare la fontana di Adamo ed Eva. Da qui si raggiungono l’Ermitage e Palazzo Marly, due delle sezioni del Peterhof.
Il Parco Aleksandra è il giardino boscoso e in stile neogotico che accoglie un unico palazzo, il Cottage. Prende il nome dalla moglie di Nicola I, Aleksandra

Le fontane

È consigliato visitare il Peterhof nella stagione più calda, proprio per viverne a pieno il tripudio di architettura e fontane all’interno del Peterhof, San Pietroburgo è una città molto fredda ed in alcuni periodi dell’anno le fontane restano inattive a causa del clima rigido che colpisce la regione nell’inerno.

Da Maggio ad Ottobre, le fontane si azionano a partire dalle ore 11 fino alle ore 18.Peterhof fontane

Peterhof san pietroburgo: prezzi, orari e giorni di apertura

L’organizzazione della biglietteria del Peterhof è particolare e vi troverete ad acquistare più biglietti anche all’interno dello stesso edificio. ingresso palazzoQuesto perché è una struttura molto complessa e ricca di sezioni, tra palazzi, parchi e musei.

Per poter capire tutte le tipologie di biglietti disponibili, vi consigliamo di vedere qui le visite possibili ed acquistare direttamente online i ticket per l’ingresso, in modo da non rischiare di arrivare al Peterhof e venir respinti, dato che i posti a disposizione ogni giorno sono limitati.
Inoltre, acquistando online il biglietto, non dovrete far alcuna fila il giorno della visita al grande palazzo reale.
L’accesso al Parco Superiore e al Parco Aleksandra l’ingresso è gratuito. Tuttavia è consigliatissima la visita al giardino inferiore, che invece è a pagamento.

L’ingresso al Parco Inferiore nel periodo estivo ha le seguenti modalità di pagamento: ingresso intero con orario 9 – 17:15 costa 450 rubli; orario 17:30 – 19:30 costa 100 rubli.
L’ingresso ridotto per studenti e bambini, invece, costa 200 rubli per l’orario mattutino, e 50 rubli per l’orario pomeridiano.
Nel periodo invernale l’ingresso è gratuito.

Per quanto riguarda gli edifici, invece, ognuno ha il suo biglietto con il relativo costo: l’ingresso a Palazzo Grande costa 600 rubli, gli altri edifici costano tra i 250 ed i 500 rubli.

Per la visita dell’intero Peterhof San Pietroburgo ha istituito dei prezzi concordati per permettere a tutti la visita di questo grande palazzo

Peterhof: dove si trova e come arrivare

Per raggiungere il Peterhof San Pietroburgo è collegata molto bene, in questa sezione capiamo meglio come raggiungere il grande palazzo dalla città principale di San Pietroburgo

Treno. Dalla stazione dei treni Baltiskaya, raggiungibile con la metro, bisogna prendere il treno in direzione Kalishe, Oranienbaum o Krasnoflotsk. Da qui scendere a Novy Peterhof.arrivare al peterhof
La tratta dura circa 50 minuti.
Dalla stazione, si può raggiungere il Parco Inferiore percorrendo 3 km, a piedi oppure con degli autobus.

Autobus e metro. È sicuramente il più conveniente, ma impiega più tempo, circa un’ora tra autobus e spostamenti in metro. Dalla stazione metro Avtovo si può prendere il 200 oppure il 210 per Peterhof. San Pietroburgo con questi autobus è collegata in modo direttogiardino e fontane

Aliscafo. Nei mesi estivi è possibile arrivare a Peterhof via mare. È il metodo più veloce ma è un po’ costoso: con circa 700 rubli a persona, l’aliscafo ti lascia direttamente sul porto di Peterhof in circa 30 minuti.

Taxi. Anche il taxi è una soluzione abbastanza rapida ma comunque costosa. Si può provar a risparmiare qualcosa con l’ormai famosa alternativa: uber. 

Elicottero. Dalla fortezza di Pietro e Paolo si possono prendere gli elicotteri per Peterhof, pagando 300 euro ad elicottero, per un numero massimo di tre persone, e in 10 minuti si arriva al Peterhof. San Pietroburgo in questo modo ci sembra veramente vicinissima!Peterhof San Pietroburgo


Concludendo, il Peterhof è un palazzo che ha segnato e segna tutt’ora la storia della Russia ed è uno dei punti di attrazione più importanti, simbolo anche della città, di San Pietroburgo. Pertanto nel caso in cui siate qualche giorno nella fredda Russia potete sicuramente valutare una visita completa del palazzo, sia venendo da San Pietroburgo che da Mosca.

Dopo aver vissuto un’avventura a San Pietroburgo, Mosca, o in qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!

Infine, se volete restar aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road


Articolo scritto da: Emily Pomponi


Condividi questo articolo:

Peterhof, San pietroburgo: Orari, prezzi ed informazioni sulla reggia dello Zar

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Peterhof, San Pietroburgo

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Peterhof, San Pietroburgo 59.885880, 29.910000 Peterhof, San Pietroburgo Il palazzo degli Zar

Facebook Tipintravel

Iscriviti alla Newsletter:

noleggio pulmini 9 posti roma

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE

Facebook Tipintravel