Benedettini: chi sono? Monaci e monasteri in Italia

Informazioni e curiosità su monasteri e monaci benedettini

Italia, popolo di santi, poeti, artisti e navigatori e quindi paese di estrema bellezza storica, culturale e religione. Da sempre la fede cattolica impernia il tessuto storico italiano; nel corso dei secoli ne ha arricchito il patrimonio architettonico e artistico traducendosi nella costruzione di siti religiosi dall’incommensurabile valore, nella creazione di preziosi oggetti sacri e nella conservazione di antiche reliquie.Monasteri benedettini Il turismo religioso costituisce oggi, difatti, un’importante fetta del mercato italiano e l’arte sacra, tassello fondamentale di questo tipo di turismo, affascina ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo. Santuari, chiese, basiliche, cattedrali, monasteri e conventi sono solo alcuni esempi della varietà di edifici ecclesiastici disseminati nel Bel Paese; questi, oltre a rappresentare delle meravigliose destinazioni di viaggio, sono spesso delle tappe fondamentali per dare vita ad affascinanti itinerari lungo lo stivale. Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare un intero articolo e di soffermarci su una delle eccellenze del turismo religioso italiano: i monasteri benedettini.

Vi diremo chi sono i monaci benedettini, come nasce la loro comunità, e quali sono le sue principali caratteristiche. Vi spiegheremo poi cosa rende così particolare il monastero benedettino e perché si distingue da altri monasteri in Italia. Proseguiremo con il guidarvi nella visita dei principali monasteri benedettini in Italia, elencandovi nella nostra lista quali sono i 4 principali monasteri dei benedettini da non perdere.
Ed infine volgeremo lo sguardo all’estero andando alla ricerca dei monasteri benedettini da scoprire al di fuori dei confini nazionali. Non ci rimane altro che partire!

Monaci Benedettini: chi sono? Storia e informazioni

Il monachesimo benedettino ripone le sue origini nella figura di San Benedetto da Norcia, fondatore dell’ordine. San Benedetto nasce nel V secolo d.C. e per volere del padre si stabilisce a Roma per intraprendere gli studi. Presto il giovane comprende che la vita dei suoi coetanei non corrisponde ai suoi principi e decide di lasciare Roma per vivere in una grotta e dedicare la sua vita alla preghiera e al ritiro spirituale. Presto in molti vengono a conoscenza della fede di San Benedetto tramite le opere e i miracoli che aveva compiuto, tant’è che un giorno in un monastero, molto prossimo alla sua grotta, gli venne proposto di diventare abate. San Benedetto è in procinto di accettare ma deve presto abbandonare l’idea dopo il tentativo di avvelenamento da parte di alcuni monaci invidiosi.
Tornato nel suo speco a Subiaco, San Benedetto nota che molti erano i fedeli che gli facevano visita e necessitavano della sua presenza e del suo sostegno. Decide così di fondare 12 monasteri, di cui uno dedicato alla formazione dei suoi discepoli.Monaci benedettini
L’atmosfera a Subiaco è tuttavia ancora molto ostile per San Benedetto, il quale decide tra il 525 e il 529 di trasferirsi a Cassino, dove costruisce l’omonimo monastero, emblema dell’ordine benedettino. In questo stesso luogo San Benedetto stila la cosiddetta Sancta Regula. La vita dei monaci benedettini segue pedissequamente le norme della Regola Benedettina secondo il motto latino “ora et labora”.
I monaci dei monasteri benedettini in Italia sono infatti accomunati da uno stile di vita molto simile che prevede lo svolgimento di una vita attiva dedita al lavoro manuale e alla preghiera. Secondo la regola di San Benedetto i monaci devono rimanere nel monastero in cui abitano e non possono trasferirsi in altre sedi, devono osservare precetti fondamentali come il rispetto reciproco gli uni verso gli altri, l’ospitalità e l’aiuto dei più bisognosi.
I monasteri benedettini commemorano tutt’oggi la morte di San Benedetto da Norcia avvenuta il 21 marzo 547 a Montecassino.


Caratteristiche e particolarità dei monasteri benedettini

I monasteri benedettini sono da concepirsi come delle piccole città in miniatura che si compongono di tutti gli edifici necessari per poter permettere ai monaci di svolgere lavori manuali da alternare ad attività spirituali come la lettura dei testi sacri. Le comunità monacali che abitano al loro interno sono autonome e fanno capo ad un abate, figura principale di ciascun monastero. I monasteri benedettini si trovano normalmente in luoghi isolati circondati dalla natura e si compongono normalmente di un solo piano.
Il numero di monaci all’interno di ciascun monastero è abbastanza limitato pertanto non si rende necessario la costruzione di altre stanze o sale distribuite in più livelli. Come vuole il motto ora et labora secondo San Benedetto ciascun monaco deve impegnare la giornata in attività utili per la comunità e per sé stesso, l’ozio è completamente abolito dalla norma benedettina.
Per questo in molti monasteri benedettini vi è la presenza di biblioteche e sale dedicate ad esempio alla copia e riscrittura di manoscritti, farmacie per la produzione di medicinali naturali, foresterie per l’accoglienza dei poveri e dei bisognosi ma anche piccoli e grandi appezzamenti di terra come orti, giardini e vigneti per la coltivazione di grano, viti, ortaggi ed erbe officinali.

Monasteri Benedettini in Italia

L’Italia rappresenta la culla dell’ordine dei monaci benedettini nonché paese di nascita del suo fondatore, San Benedetto da Norcia. In tutto il territorio nazionale, ad oggi, si contano più di un centinaio di monasteri dei benedettini. Nell’impossibilità di descrivere uno ad uno ciascun complesso monacale, abbiamo deciso di stilare una lista con i 4 monasteri benedettini più emblematici da includere nei vostri itinerari di viaggio, certamente vi invitiamo a non fermarvi qui e scoprirne sempre di più, vedrete che questi meravigliosi edifici religiosi sono disseminati in quasi ogni regione d’Italia.

Monastero di San Benedetto a Subiaco

Nella lista dei 4 monasteri benedettini in Italia da visitare non può certamente mancare il capostipite dei monasteri benedettini, ovvero il monastero di San Benedetto a Subiaco. Questa struttura molto particolare si erge sul monte Taleo, nello stesso luogo che ospitava la grotta in cui San Benedetto si rifugiò per condurre una vita da eremita.
Oggi la grotta è ancora presente e ben visibile, poiché attorno ad essa è stata costruita la chiesa inferiore del monastero. Sopra di essa si trova invece la chiesa superiore, l’ambiente di più recente costruzione del santuario; entrambi questi edifici conservano al loro interno affreschi antichi e di grande valore artistico raffiguranti ad esempio la Passione di Cristo, la vita di San Benedetto da Norcia o il ritratto di San Francesco d’Assisi. Il monastero si compone di numerose altre stanze, arcate, chiostri, cappelle e cortili interni tale da sembrare quasi un labirinto.
La sua posizione incastonata nella roccia lo rende poi ancora più suggestivo.

Monastero di Montecassino

Tra i monasteri benedettini in Italia avrete certamente sentito parlare del monastero di Montecassino, uno dei monasteri benedettini più famosi poiché proprio a Montecassino San Benedetto scrisse la Sancta Regula. Il santuario sorge sui resti di alcuni templi e altari pagani dedicati a Giove e Apollo che San Benedetto decise di trasformare rispettivamente in una chiesa dedicata a San Martino di Tours e in un oratorio dedicato a San Giovanni Battista.
L’intera struttura fu costruita dal Santo in persona con l’aiuto dei suoi discepoli nel VI sec. ma con l’arrivo dei Longobardi nel 577 fu presto rasa al suolo. I monaci benedettini ricostruirono l’edificio solo nell’VIII sec., 140 anni dopo la loro fuga a Roma. Tra i principali ambienti del monastero ricordiamo la cella di San Benedetto che riporta alcuni affreschi raffiguranti la sua vita e risalenti al XX secolo; il museo a due piani che espone oggetti, frammenti e manoscritti dell’Abbazia e la tomba di San Benedetto e di sua sorella, Santa Scolastica.

Monastero di San Nicolò l’Arena a Catania

A Catania sorge uno dei monasteri benedettini in Italia più grandi d’Europa, il monastero di San Nicolo l’Arena.Monasteri benedettini in Italia
A differenza dei monasteri benedettini summenzionati quest’abbazia presenta caratteristiche alquanto diverse, a partire dallo stile architettonico tutt’altro che semplice e scarno ma piuttosto barocco e ricco di eleganti dettagli. Il monastero inoltre è situato a due passi dal Duomo di Catania, in pieno centro cittadino, una posizione certamente non isolata e meno a contatto con la natura incontaminata.
Il Monastero di San Nicolò l’Arena fu costruito attorno al XVI secolo e dal 2002 rientra ufficialmente tra i patrimoni UNESCO. Ad oggi l’intero complesso benedettino ospita una sontuosa biblioteca oltre alla più recente chiesa di San Nicolò (1687). Non possono poi mancare al suo interno spazi verdi all’aperto dove i monaci possono pregare, passeggiare o dedicarsi ai lavori manuali come l’orto Botanico, i giardini pensili e il chiostro di Levante.

Abbazia di Praglia

Nella nostra lista dei 4 monasteri benedettini in Italia, ultima ma non per importanza, compare l’Abbazia di Praglia, in Veneto. Questo monastero benedettino risalente all’XI secolo sorge nella campagna padovana, sui colli Euganei a Teolo.
Oggi l’Abbazia si distingue tra tutti i monasteri dei monaci benedettini per portar avanti un’attività di grande valore storico ed artistico, il restauro di antichi libri e manoscritti. Ma questa non è l’unica eccellenza che vanta questo splendido complesso monacale in stile rinascimentale.
I monaci benedettini che vivono qui si dedicano anche alla produzione di vini e prodotti artigianali come miele, infusi, erbe officinali e confetture di ogni genere che i visitatori possono acquistare all’interno della stessa abbazia. Il santuario è composto di ben 4 chiostri e tra i vari ambienti spicca una sala conferenze atta ad ospitare eventi culturali ed artistici.


I monasteri benedettini più famosi fuori dall’Italia…

Come avrete potuto notare, i monasteri benedettini non si limitano alla sola area laziale, regione in cui il monachesimo benedettino ebbe inizio. La diffusione e propagazione della Regola di San Benedetto ha fatto sì che sempre più monaci da tutta Italia e dal mondo seguissero le orme di San Benedetto. Per questo, in molti paesi di fede cattolica, sono sorte numerose abbazie benedettine di grande bellezza che ancor oggi rappresentano un vero e proprio fiore all’occhiello per molte città estere.Benedettini - Ora et labora

Un esempio è il monastero benedettino di Santa Maria di Montserrat in Spagna, distante circa 60 chilometri da Barcellona e situato a 720m di altezza sul monte Montserrat. Si narra che proprio in questo punto due pastorelli richiamati da una dolce melodia avevano scoperto all’interno di una grotta una statuetta raffigurante la Madonna. Nel tentativo di organizzare una processione il vescovo del paese si accorse che la statua era diventata improvvisamente pesante e impossibile da spostare. Questo segno fu dunque interpretato come la volontà della Madonna di voler rimanere in questo luogo. Il monastero di Montserrat richiama ogni anno centinaia di visitatori, non solo per la presenza della famosa statua ma anche per la meravigliosa basilica al suo interno e il paesaggio montano catalano che si staglia tutt’attorno. Potrete scegliere di raggiungere il monastero con una funicolare ed intraprendere anche dei percorsi escursionistici partendo da questo punto.

L’Abbazia di St.Paul in Carinzia, Austria è un altro esempio di monastero benedettino in Europa. Questo era in origine il castello dei conti di Lavant, i quali avevano fatto erigere nella fortezza anche una chiesa privata dedicata ai ss. Egidio e Maria Maddalena. Questa abbazia fu ceduta ai monaci nel 1091 e da allora la comunità benedettina vi risiede e porta avanti attività diverse legate non solo alla sfera spirituale ma anche culturale, agricola e formativa. All’interno di questo gioiello medievale sono conservate opere d’arte di grandi artisti del passato come Pieter Paul Rubens e Antoon Van Dyck.

La lista dei monasteri benedettini nel mondo è infinita e un solo paragrafo non basterebbe per raccontarne dettagli, storia e particolarità. Spingendosi oltre i confini europei potrete scoprire numerose altre abbazie benedettine internazionali come ad esempio il monastero di Saint Vincent di Latrobe in Pennsylvania, negli Stati Uniti, che vanta il primato di essere la comunità benedettina più grande la mondo o il moderno monastero di Claraval in Brasile, costruito in epoca recente nel XX secolo ma dallo stile dai tratti simili al gotico primitivo. Insomma, sono veramente tanti i monasteri benedettini in cui vivono gli omonimi monaci benedettini, pronti a conseguire un solo obiettivo: quello della regola “ora et labora”


Dopo il nostro breve viaggio virtuale attorno ai più bei e affascinanti monasteri benedettini in Italia e nel mondo speriamo di avervi dato ispirazione per programmare il vostro prossimo itinerario sulle orme di San Benedetto e dei suoi seguaci monaci.
Come avrete potuto constatare, che vi troviate in Italia o meno, numerosi sono i santuari benedettini a cui potrete accedere per scoprire più a fondo le origini e la storia dell’ordine dei monaci benedettini addentrandovi all’interno dei meravigliosi cortili, musei o biblioteche che caratterizzano queste abbazie, per poi gustare, magari, qualche delizioso prodotto artigianale creato dalle sapienti mani dei monaci benedettini all’interno dei vari monasteri.

Dopo aver visitato i monasteri benedettini o aver visto qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!

Infine, se amate viaggiare e girare il mondo, per restar sempre aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road

Condividi questo articolo:

Benedettini: chi sono? Monaci e monasteri in Italia

Facebook Tipintravel

Cosa vedere a Granada

Iscriviti alla Newsletter:

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE


Articolo scritto da: Laura Serrentino