Castello di Miradolo (Pinerolo): info, storia, orari, prezzi, eventi, come arrivare e altri dettagli

Informazioni e considerazioni per una visita al Castello di Miradolo

Il Castello di Miradolo è costituito da una parte nobiliare e da una zona rustica, che tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento assunsero una conformazione molto simile all’attuale. castello di miradoloUn meraviglioso parco storico di oltre sei ettari circonda il castello e si sviluppa intorno a un grande prato centrale sul quale si affacciano boschetti e anse di rigogliosa vegetazione. Nel giardino si distinguono oggi specie arboree esotiche, esemplari maestosi e centenari, oltre a un bosco di bambù giganti e tanto altro ancora… Alla sua morte, avvenuta nel 1950, la contessa Sofia, ultima erede della famiglia, lasciò il Castello di Miradolo e altre proprietà ad una congregazione religiosa.
Sia il Castello di Miradolo che il Parco sono sottoposti a vincolo di tutela del patrimonio di interesse storico-artistico dal 1931.

In questo articolo vi vogliamo illustrare tutte le informazioni e curiosità legate al castello di Miradolo, ma non solo, indicandovi anche consigli per la visita, eventi al suo interno e tutto quello che c’è da sapere per chi vuole approfondire il discorso legato a questo bellissimo castello nella provincia di Torino.
Iniziamo con il parlare della sua storia, della composizione e dei modi per visitarlo, passando per orari e prezzi e curiosità varie sull’intera struttura!

La storia del castello di Miradolo

L’impianto del castello di Miradolo risale al XVII e XVIII secolo e fu poi successivamente ridisegnato, ristrutturato e ampliato nella seconda metà dell’Ottocento.
Nel 1866 la Marchesa Teresa Massel si sposò con Luigi dei Conti Cacherano di Bricherasio, il quale come dono di nozze alla sposa fece ristrutturare l’edificio di campagna trasformandolo in residenza nobiliare di gusto neogotico, quello che ancora oggi possiamo apprezzare coi nostri occhi.
Dall’unione tra i due nacquero Sofia ed Emanuele. Quest’ultimo, morto prematuramente nel 1904 fu tra i soci fondatori della FIAT, prima grande azienda automobilistica italiana. Sofia, ricordata per il suo impegno intellettuale e sociale, fu allieva del pittore Lorenzo Delleani. Sofia, ultima erede della famiglia, morì nel 1950 lasciando il Castello di Miradolo alla Provincia religiosa di San Marzano di don Orione, che rese il palazzo una casa per esercizi spirituali. Negli anni a seguire furono effettuati una serie di interventi non sempre rispettosi dell’impianto originario e infine la proprietà fu abbandonata. Nel 2007 l’intero complesso del Castello di Miradolo, in grave stato di abbandono a partire dagli anni Novanta, viene acquistato da un gruppo di privati. La nuova proprietà, col desiderio di riportare alla luce le origini del sito e di restituire al territorio la sua storia, avvia un imponente progetto di restauro e affida alla Fondazione Cosso l’organizzazione di attività che possano renderlo, come ai tempi della Contessa, punto di riferimento culturale, laboratorio di idee e luogo di incontro, cercando di creare un ponte tra la corrente intellettuale dell’epoca di Sofia di Bricherasio e la realtà culturale di oggi…
Gli interventi di recupero ne hanno permesso la riapertura al pubblico nell’ottobre del 2008 e proseguono con lo scopo di riproporre l’edificio come era una volta, nella prima metà del Novecento, cercando di rappresentare al meglio un ritorno al passato.
Ancora oggi viene costantemente manutenuto, per evitare che la struttura possa ricadere anche in minima parte in uno stato di abbandono o degrado, sia nella zona interna che esterna dei giardini.

>>> CLICCA QUI e richiedi ora GRATUITAMENTE l'organizzazione del tuo prossimo viaggio! <<<

Guarda i prezzi degli aerei con la nuova funzione vola quasi gratis di tipintravel…

Composizione ed ambienti della struttura

Il castello di Miradolo comprende diversi ambienti che suddividono l’intera area, ognuno con le sue caratteristiche e particolarità, che viene sfruttato per diverse circostanze. Dalla struttura interna si passa al parco e ai giardini, arrivando anche ad altre sale espositive, sale congressi e quant’altro. In questo paragrafo vogliamo pertanto illustrarvi tutte le zone del castello, per capire al meglio come è suddiviso e quali delle aree possono esser più di vostro interesse.

La struttura interna

All’interno vi sono presenti molte sale, al piano terra notiamo il grande camino interamente tutto in legno intagliato e alcuni degli affreschi più famosi, importanti e significativi con raffinate decorazioni spesso raffiguranti motivi vegetali e animali; al primo piano invece troviamo la cappella che si può ammirare nella sua bellezza ed è completamente affrescata con tanto di altare. Gli spazi rimanenti comprendono varie sale espositive, una sala congressi, la biglietteria, una caffetteria per un breve riposo durante la visita, e altri spazi tra cui i servizi.

Il parco

Dopo la morte della Contessa Sofia il parco di Miradolo è stato soggetto a vari cambiamenti, soprattutto a partire dal secondo dopoguerra. Sempre più trascurato negli anni si è giunti dunque al 2007 quando fortunatamente cambiò la proprietà passando interamente nelle mani della Fondazione Cosso, sia il Castello che il parco appunto, che ne ha valorizzato al massimo il suo potenziale.
Ispirato ai giardini tipicamente inglesi è caratterizzato da una forma ovale, attraversato da sentieri di ghiaia e da un sistema che lo collega direttamente al fiume Chisone; all’interno del parco di Miradolo sono presenti circa 1700 alberi di diversa specie, natura e dimensione, con almeno una quarantina di esemplari di rilevante importanza storica e botanica.
Nell’agosto del 2007 il parco è stato inserito nell’elenco ufficiale dei giardini storici sottoposti a tutela della Regione Piemonte.

Il giardino all’inglese

Il giardino all’inglese si sviluppa nel corso del 1700, al giorno d’oggi si possono ammirare vari elementi artificiali e naturali per chi passeggia al suo interno, si tratta di un luogo in cui la natura non è mai incolta anche se assume un carattere tipicamente selvaggio. Nell’epoca rinascimentale gli architetti associavano alla natura la visione di uno spazio razionale, preciso e composto da forme geometriche, nel giardino notiamo lungo la facciata sudoccidentale la serra che si presenta scandita da ampie vetrate.


Orari e prezzi per la visita

Il castello di Miradolo è visitabile in alcuni orari e modalità ben definite dall’organizzazione che lo gestisce, mentre per il costo, il prezzo varia in base alle tipologie di biglietto da dover acquistare.castello di miradolo orari e prezzi
Partiamo con il dire che il biglietto intero per la visita del castello di Miradolo è di 10€ a prezzo intero, ma ci sono varie possibilità di ottenere uno sconto.
Il biglietto ridotto per i giovani tra i 14 ed i 26 anni è di 8€, così come per le persone sopra i 65. Se siete in possesso della carta giovani Pinerolo, il costo è ancora più basso, ovvero di 6€ (vedere sul sito le caratteristiche per la Carta Giovani).
Inolte, per chi ha tra i 6 e i 14 anni il costo è di solamente 5€, scendendo addirittura a 3€ per gli studenti, se invece si è al di sotto dei 6 anni il biglietto d’ingresso è GRATUITO.

Per entrare nella modalità Mostra + Parco i costi sono leggermente più elevati, essendo incrementati a 15€ per il biglietto Intero, 13€ per le fasce d’età tra i 14 e i 26 anni e over 65, 8€ per i ragazzi che hanno tra i 6 e i 14 anni e infine 5€ per gli studenti.
Per i bambini fino a 6 anni l’ingresso è sempre GRATUITO.

Incluso nel costo del biglietto c’è sempre un’audioguida, abbinata alla mappa del giardino tutto da visitare.

Inoltre, se volete organizzare una visita di gruppo, potreste sfruttare una delle diverse promozioni a disposizione per gruppi fino a 20 persone, in particolare la visita del Parco storico, dalla durata di un’ora e mezza, al costo complessivo di 120€ (6€ a persona in caso di 20 persone), oppure quella del Parco storico più i racconti della storia del Castello, dalla durata di 2 ore, al costo di 140€ (7€ a persona per gruppo di 20 persone).
Ricordiamo infine che le persone facenti parte della Fondazione Cosso o gli aventi timbro di Federalberghi Piemonte, potranno entrare gratuitamente all’interno della visita.

Per quanto riguarda gli orari, invece, si hanno a disposizione tutti i giorni, l’importante è prenotare la visita, essendo disponibile all’ingresso solamente su prenotazione, ricordando però che d’inverno resta chiuso nei giorni di Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì, mentre di Sabato e di Lunedì l’apertura è dalle ore 14 alle ore 18, la domenica dalle 10 alle 18. Possono esserci variazioni nei giorni di festività natalizie e altre ricorrenze festive.
Gli altri giorni in cui è possibile entrare, altrimenti, sono solamente quando vengono organizzate mostre o eventi.

Eventi e mostre

Il Castello di Miradolo è famoso in zona, oltre che per la sua storia e fama, anche per le varie mostre organizzate al suo interno, così come per gli eventi, che periodicamente vengono ospitati all’interno delle mura castellane, perfetta location per questo tipo di iniziative.Castello Pinerolo
Da non perdere assolutamente è la serra neogotica situata nel lato ovest della villa, essendo uno spazio molto suggestivo caratterizzato da arcate neogotiche appunto e da ampie finestre dalle quali entra molta luce e conferisce un’atmosfera al luogo molto romantica, in stile ottocentesco.  Inoltre all’interno del castello di Miradolo si trovano anche una libreria piena di volumi e di cataloghi riguardanti la storia dell’arte e una corte interna ideale per una pausa durante la visita che può inoltre essere privatizzata per eventi.
Dopo la sua restaurazione tante sono le mostre e gli eventi presenti al castello, variano per ogni periodo dell’anno per maggiori informazioni a riguardo consigliamo di visitare il sito ufficiale per restare sempre aggiornati, sono presenti anche concerti, spettacoli e incontri con personaggi di rilievo.

Il prezzo per entrare nel castello durante mostre e eventi può variare in base all’organizzazione, ma solitamente si aggira intorno ai 10€ per il biglietto standard e poco meno per particolari categorie, giovani o anziani.
Ricordiamo ancora di tenere sempre sotto controllo il sito per informarsi sulle mostre e gli eventi presenti al Castello di Miradolo.


Come arrivare e dove parcheggiare

Situato nei dintorni di Torino il Castello di Miradolo si trova nel comune di San Secondo di Pinerolo, ad una cinquantina di chilometri dalla città piemontese; in auto quando vi trovate sulla tangenziale di Torino dovete imboccare l’autostrada del pinerolese, una volta percorsa tutta e una volta al termine proseguite sulla SR23 in direzione Sestriere fino all’uscita per San Secondo di Pinerolo, alla rotonda imboccare la destra e seguire le indicazioni stradali verso il Castello di Miradolo, circa a 500 metri di distanza dalla rotonda.

Per parcheggiare bisogna attraversare il ponte sul torrente del Chisone e svoltare poi a sinistra per raggiungere i posti auto.

In treno è molto semplice basta arrivare alla fermata per Pinerolo facilmente raggiungibile con Trenitalia; anche con l’autobus ci sono sempre partenze regolari da Torino ma non solo con fermata alla stazione dei treni di Pinerolo e una volta giunti li basta recarsi sul bus della linea 1 Autolinee Cavourese e Sadem in direzione San Secondo di Pinerolo e scendere alla fermata Miradolo.

In taxi è molto semplice basta recarsi sul sito del Castello di Miradolo per ottenere il numero e tutte le altre informazioni necessarie.







Quelle che abbiamo illustrato in questo articolo sono tutte le informazioni necessarie da considerare per una visita unica al Castello di Miradolo Pinerolo, non esitate a visitarlo insieme al suo parco, vi doneranno una giornata alternativa in cui farete un tuffo nel passato, aggiornatevi sempre tramite il sito ufficiale per non perdervi le mostre e gli eventi in ogni periodo differenti, una volta provata questa esperienza vi rimarrà impressa per tantissimo tempo!

In seguito alla visita del castello di Miradolo Pinerolo o qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!Castello di Miradolo (pinerolo)

Infine, se amate viaggiare e girare il mondo, per restar sempre aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road

Condividi questo articolo:

Castello di Miradolo (Pinerolo): info, storia, orari, prezzi, eventi, come arrivare e altri dettagli

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Castello di Miradolo

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Castello di Miradolo 44.873600, 7.305700 Castello di Miradolo (Pinerolo) Info, storia, orari, prezzi, eventi, come arrivare e altri dettagli

Facebook Tipintravel





Iscriviti alla Newsletter:

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE


Articolo scritto da: Emily Pomponi