Cosa vedere in Puglia: luoghi, città e punti di interesse

Tutte le cose da vedere e non perdere nella regione del Salento

L’Italia è il paese più ricco culturalmente. La nostra storia è studiata ed apprezzata in ogni parte del mondo. In questo articolo, però, vogliamo porre l’attenzione su una regione del Sud Italia, a volte trascurata ma pienamente accogliente e ricca di cose da vedere, presa d’assalto soprattutto nei periodi cadi dei mesi estivi: La Puglia.
Detto questo, la Puglia è una regione molto ricca di cultura, con punti di interesse sparsi un po’ ovunque e perciò la prima domanda che ogni turista, straniero e non, si pone è: cosa vedere in Puglia? In questo articolo risponderemo a questa domanda partendo innanzitutto introducendo questa bellissima regione, per parlare dei maggiori luoghi di interesse e cosa vedere in Puglia ma più nello specifico nel Salento, ovvero la zona più a sud della Puglia.cosa vedere in puglia
Partiamo, parlando di come si presenta…

Inoltre, bisogna segnalare che parlando di Puglia, parliamo anche di un argomento di cui poche regioni possono davvero vantarsi, ovvero le cosiddette soluzioni energetiche. Esso è un argomento rilevante al giorno d’oggi e la regione Puglia si è contraddistinta per meriti energetici, riguardo in particolare alle energie rinnovabili. Infatti, la Puglia ha raggiungo dei primati considerevoli nella produzione di energia eolica e fotovoltaica nel triennio 2008-2011, portando ad un pieno sviluppo in tutta la regione. Girando per la Puglia infatti si può notare senza difficoltà le grandi distese di terreni con impianti fotovoltaici e colline aventi sulle “vette” pale che roteano costantemente in ogni direzione.

In questo articolo però, nonostante parleremo di cosa vedere in Puglia, ci concentreremo soprattutto sulla zona salentina, dove sono conglobati i maggiori punti di interesse, ed essendo la zona nella quale ogni estate migliaia di persone decidono di dirigersi, dove però a volte ci si arriva e si continua a chiedere la stessa domanda fatta ad inizio articolo, ovvero cosa vedere in Puglia?

Castel del Monte

Iniziamo innanzitutto parlando del simbolo della Puglia, ovvero il Castel del Monte ad Andria. Castel del MonteEsso è inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 1996. La sua struttura probabilmente vi è nota. Questo perché, la struttura del castello è presente in diverse opere di fantasia. A partire dal film “il nome della rosa” in cui, la struttura della biblioteca del convento è ispirata al nostro castello pugliese; inoltre, delle scene sono state girate all’interno del castello, per girare il film “il racconto dei racconti”; per i più giovani, invece, il nostro edificio è presente nel gioco “Forge of Empires”. Ma il motivo per cui è noto ed è stato visto da tutta la popolazione italiana è uno, ovvero che rappresenta la nostra moneta italiana da 1 centesimo, nella parte posteriore della piccola moneta di rame, infatti, si può osservare proprio questo particolare castello, simbolo della regione del Sud Italia

Spiagge e mare

Seppur non si tratta di una cosa da vedere in Puglia, in realtà le spiagge ed il mare della regione sono uno dei motivi per cui i turisti decidono di arrivare in questa regione. Il mare è cristallino e limpido in tantissime zone della Puglia, alcune di esse come quelle del Salento, tra punta prosciutto, Gallipoli, Baia verde e le Maldive del Salento, si riempono veramente in ogni minimo angolo di sabbia nei periodi di alta stagione. Qualunque spiaggia qui è stupenda e qualunque posto è invaso dai turisti, si fa fatica a parcheggiare ma soprattutto a trovare un angolo libero sulla riva, arrivando nei momenti in cui la giornata è già iniziata. Assolutamente una delle cose da considerare per un viaggio in puglia, Nonostante non sia una cosa da vedere, ma piuttosto da vivere!

Alberobello ed i trulli

Continuando sulla falsa riga della vita contadina, i trulli non sono solamente uno dei simboli della puglia meridionale, legittimandoli ad entrare nella lista di cosa vedere in Puglia, ma sono parte oggettiva della storia della regione stessa. Essi infatti, erano le abitazioni degli agricoltori, oltre ad essere strutture adibite al ristoro temporaneo da parte degli stessi. alberobelloI trulli, consistono in una costruzione in pietra a forma conica e sono considerati il perfezionamento dei thòlos, ovvero le strutture a forma di cupole, adibite a monumento funerario, risalenti all’età del bronzo.
La città che fa da padrone a questa particolare struttura è sicuramente la famosissima Alberobello, anch’essa patrimonio UNESCO e tappa fissa di tutti i visitatori della Puglia, questa è una di quelle città che come tale non ne vedrete in altri posti del mondo. Unica nel suo genere, l’intero paese è completamente composto da trulli in ogni sfaccettatura, chiese, abitazioni, negozi, alberghi, bar e quant’altro!

Notte della Taranta

Questo, più che rispondere alla domanda cosa vedere in Puglia vuole indirizzarvi ad un evento al quale dovete assolutamente partecipare se siete nella zona durante il periodo giusto.
Innanzitutto, si parla di un festival itinerante di musica popolare salentina, che nel 2018 ha il suo inizio il 5 agosto e l’epilogo il 25 agosto a Melpignano, in provincia di Lecce.notte della taranta La notte della Taranta è una manifestazione culturale con il fine di valorizzare la musica locale per ricordarne la natura, per esibire i gruppi più rappresentativi della pizzica salentina, allorché presentare le varie categorie contaminate da altri generi quali rock e jazz.
In che cosa consiste la pizzica? Questo genere di musica veniva sviluppato semplicemente da un tamburello ed un violino. I due strumenti, suonando in simbiosi, creavano un ritmo ipnotizzante. Esso, era il ritmo che accompagnava il rito per la guarigione delle tarante. Questo mito del ritmo come ballo, vede la sua alba causa dell’oscurantismo del basso medioevo, che imponeva balli o nel nostro caso, riti, molto più austeri e tranquilli. Da qui la necessità, da parte del popolo del ghetto di scostarsi dalla cultura dominante e di creare quindi un rito proprio, al fine di scongiurare coloro che erano stati morsi dal ragno nero e guarire lo stato alterato. Era visto quindi, come pratica esorcizzante in formato musicale per scacciarne il “demone”. Da qui, nel trascorrere dei tempi, è stato modificato e travestito come manifestazione popolare

Museo spartano

In Italia non sono infrequenti musei caratterizzati dall’unicità ed esclusività. Un esempio noto a tutti è il museo egizio di Torino. Se parliamo del museo spartano, parliamo dell’unico museo spartano al mondo. Esso si trova a Taranto, unica vera colonia spartana, con conseguente legittimazione ad arrogarsi la possibilità di mantenere il diritto di parlare ed esibire gli spartani. Si guadagna così, con la complicità della sua unicità, il primo posto tra le tappe di quelle scelte su cosa vedere in Puglia. Se può incuriosirvi, la nostra città spartana, per cavalcare l’onda del turismo, ha indetto anche la cosiddetta Spartan Race, una corsa ad ostacoli che ricorda molto i percorsi utilizzati nell’addestramento militare.
Il museo vi permetterà di percorrere la storia che contrassegnato la vita cittadina e mostrarvi le tracce disseminate nella storia che hanno caratterizzato la storia di Taranto, dalla sua fondazione spartana fino al diciassettesimo secolo.

Museo missionario cinese

Con esso, potrete osservare il risultato dei viaggi in oriente dei frati francescani e godere dello straordinario mondo dell’antico impero orientale. Organizzata in dodici sale, diviso in due sezioni, quali sezione cultura cinese e di storia naturale, il museo documenta passo dopo passo la rotta commerciale dal Sol Levante al Sol d’Occidente percorsa dai frati. All’interno è possibile trovare reperti di statue, arazzi, strumenti musicali, esemplari di fauna marina come pesci, coralli, conchiglie, ed esemplari terrestri quali coleotteri, rettili, mammiferi ed uccelli.

Parco archeologico di Rudiae

Il parco archeologico di Rudiae è un incanto dell’archeologia locale poco conosciuta ed è un punto fondamentale per la riscoperta delle nostre origini sulla penisola. Rappresenta, quindi, una tappa fondamentale su che cosa vedere in Puglia. Questo parco si trova nella periferia di Lecce, a tre chilometri di distanza.
L’importanza straordinaria del sito archeologico deriva non solo dai reperti archeologici derivati dai romani, ma soprattutto dalle tracce delle epoche che si susseguirono, lasciando la loro testimonianza affissa sulle rocce e sul territorio, come se stesse sfogliando un album per riscoprire il passato dei nostri antenati.
Purtroppo la fama di questo parco è insufficiente a tal punto, che soltanto negli ultimi anni, attraverso sforzi politi, si sta cercando di metterlo in luce, organizzando giornate dedicate al sito.cosa vedere in Puglia

Museo Faggiano

La nascita di questo museo si può assegnare al destino, se vogliamo. Tutto nasce quando un certo Luciano Faggiano, proprietario dell’immobile che oggi ospita l’edificio storico, decise di rompere i pavimenti al fine di cambiare i tubi della fogna i quali, a causa della loro vecchiaia, causavano l’umidità presente sui muri. Durante i lavori di ristrutturazione, vennero a galla manufatti e strutture sotterranee che testimoniano la presenza passata di popoli antichi. I lavori, iniziati nel 2001 e terminati nel 2007, a spese della famiglia Faggiano, hanno portato allo svuotamento di tutte le opere presenti nella roccia, rendendo la casa un vero e proprio sito archeologico.
Questa scoperta ovviamente non è passata inosservata. Nel 2015, il New York Times, ha scritto al riguardo, raccontando la storia della famiglia Faggiano anche in America. Se tutto ciò non vi ha convinti per la scelta su cosa vedere in Puglia, in particolare nel Salento, vi parleremo ora di alcuni dettagli, i quali vengono vociferati da diverso tempo.
Dovete sapere che, durante gli scavi, la struttura piano piano lasciava trapelare scoperte molto interessanti, ovvero tracce lasciate dai Templari, come le effigie lasciate sui muri o la torre che serviva a loro per sorvegliare il territorio. Da come potrete vedere durante la visita, la struttura era stata adibita a convento. E’ infatti possibile, trovare resti di altari ed una sorta di chiostro. Inoltre, alcuni turisti, di diverse nazionalità, non è ancota ben chiaro se si tratti di suggestione o meno, nei pomeriggi d’estate, giurano di aver visto il fantasma di un frate! Oltre a queste rivelazioni, sono presenti ulteriori dettagli piuttosto macabri. Infatti, è presente oltre al pozzo che permetteva la raccolta d’acqua un secondo pozzo, finalizzato all’essicazione dei cadaveri!

Basilica di Santa Croce

Oggi essa è tra le chiese più rinomate ed apprezzate, ma come capita spesso per gli edifici storici, hanno un passato piuttosto travagliato, resta nonostante tutto, una delle cose da vedere in Puglia.basilica di santa croce
Pensate che l’inizio dei lavori è partito nel quattordicesimo secolo, interrompendosi subito a causa della morte del suo mecenate, Gualtiero Di Brienne. I lavori hanno da attendere ben due secoli prima di ricominciare, ad opera dei migliori maestri della zona, fra architetti, intagliatori e scalpellini, per vedere il termine a ridosso del 1700. La particolarità di questa chiesa è la frammentarietà degli stili proprio per il lungo periodo intercorso fra l’inizio e la fine della sua costruzione, la quale ha visto diverse correnti culturali, che potrete vedere a partire dalla facciata principale, fino alla navata.
Un lungo travaglio per la Basilica di Santa Croce ma che trova nel suo splendore il risultato del suo lungo sforzo

Castello Aragonese

Simbolo e maggiore fortificazione della città di Taranto, oggi è proprietà della Marina Militare che la apre ai visitatori, in forma gratuita, per la visita oltre che per eventi e conferenze. castello aragonesePer la sua imponente mole, il castello è facilmente visibile semplicemente guardando verso il mare; così facendo, la potrete scorgere con le su torri massicce e basse, all’unico fine di difendere la città. Nata in epoca bizantina, poi adibita a prigione sotto la supervisione degli Asburgo, ora è diventato monumento per il turismo. Per convincervi che questa è sicuramente una cosa da vedere in Puglia, vi sveliamo, in anticipo, una delle tante curiosità che possiede il castello. Le quattro torri che costituiscono gli angoli del quadrilatero, hanno dei nomi. Esse furono intitolate: San Cristofalo, San Lorenzo, Bandiera e Vergine Annunziata

Anfiteatro Romano

L’anfiteatro Romano è un sito archeologico riscoperto nei primi del novecento. Di esso però, è possibile vedere soltanto la metà, perché sulla parte mancante sorgono edifici secolari, che fanno parte della piazza Sant’Oronzo, nella quale si trova l’anfiteatro stesso

Museo del vino primitivo

Il museo è molto importante per la valorizzazione del Salento all’interno del quale sono presenti i processi evolutivi della produzione vinicola del Salento, ma non solo. E’ anche, la rappresentazione dell’evoluzione culturale, della società contadina. Detto questo, il museo rientra sicuramente nel dogma di che cosa vedere in Puglia.cosa vedere in puglia
Il museo permette di percorrere due vie ben distinte: l’esposizione in sequenza cronologica, degli utensili da lavoro per la produzione del vino a partire dai contenitori del vino e dei mosti e dei macchinari ed attrezzature da una parte mentre, dall’altra, l’esposizione degli oggetti e strumenti da lavoro del contadino, permettendo la narrazione dello stile di vita contadino del territorio salentino. Nella visita del museo è possibile, riscoprire i sapori del tempo, assaporando i piatti tipici del territorio, con alimenti provenienti da esso.
Il museo nasce per nutrire il ricordo della famiglia dei Piernicola. Il figlio e il nipote sono considerati i due pionieri della viticoltura pugliese. A Piero Piernicola è riconosciuto il ruolo innovatore nella gestione dei vigneti oltre che il riconoscimento dell’intuizione di aver creato il primo vino rosato italiano nel 1943.

Museo fantasy

Questa potrebbe essere una visita inaspettata, ma se siete appassionati del genere dovrebbe essere una tappa fondamentale di che cosa vedere in Puglia. La medesima tipologia di museo è presente anche a Torino, ma questo è inaspettatamente residente a Lecce. Entrare in questo museo potrà non solo far gioire i vostri bambini, ma i bambini che sono ancora presenti in voi. A suscitare queste emozioni potranno essere le magnifiche, ma spaventose, statue dei maggiori film horror plasmate da veri artisti scultori.

Marea- Centro di cultura del mare

La “Marea” è una visita molto istruttiva ed innovativa sul mare e sulla sua vita.Puglia cose da vedere Si tratta di un’esperienza narrativa sul mare, molto suggestiva, ma l’innovazione di questo museo, è la componente attiva del visitatore, il quale potrà integrare e scegliere la narrazione sul mare e dovrà utilizzare i suoi cinque sensi, per visitare il museo. Questo perché, per esempio, già all’entrata potrete interagire toccando e annusando i principali elementi che costituiscono la macchia mediterranea.
Inoltre al visitatore è concessa la possibilità, attraverso i percorsi multimediali, video e la realtà virtuale, di immergersi nelle profondità marine e conoscere la vita presente nel mare

Zoo safari di Fasano

Un’altra cosa unica nel suo genere, più che altro se consideriamo il territorio italiano, è lo zoo safari collocato a Fasano. Pagando un biglietto per la propria auto, si ha la possibilità di entrare, girare e visitare l’intero zoo in un percorso stradale (a tratti sterrato) circondati da animali liberi nel proprio habitat naturale. Il costo del biglietto comprende oltre allo zoo safari anche la possibilità di entrare nel parco divertimenti della struttura. Una meta ideale per bambini, ma anche i grandi restano affascinati dalla possibilità di avvicinarsi così facilmente alla natura, in un contesto unico nel suo genere su tutto il territorio nazionale. Sicuramente lo zoo safari più completo dello stivale!

Grotta della Poesia

Terminiamo con lei, la grotta della poesia. Oggi meta indiscussa sulla lista di che cosa vedere in Puglia anche se fino a pochi anni fa non era così. Grotta della poesiaEssa, che viene considerata la piscina naturale più bella d’Italia, è divisa in due realtà. La grotta è divisa in poesia grande e piccola. La prima è facilmente raggiungibile ed essa veniva considerata come l’occhio vigile sul mare, da parte della popolazione locale del tempo, per proteggere la città. Considerazione sentimentale molto dolce anche se con un destino infelice. Infatti, nonostante la sua funzione di veglia, i turchi riuscirono a violare l’occhio e penetrare nella città. Dalla grande poesia, sul fondo, si apre un cunicolo sottomarino che permette di unire la seconda parte della grotta, più selvaggia rispetto alla prima, la poesia piccola


In questo articolo sono stati esposti i maggiori luoghi di interesse e tutte le cose da vedere in Puglia, una regione, come il resto del Sud d’Italia, rinchiuso in una gabbia di pregiudizi che purtroppo non riesce a scrollarsi, ma che dispone di un territorio, una cultura e delle tradizioni fantastiche, tutte da esplorare e scoprire.
Concludiamo con una frase che non lascia interpretazione alcuna, di Federico II:

“E’ evidente che Dio degli Ebrei non ha conosciuto l’Apulia e la Capitanata, altrimenti non avrebbe dato al suo popolo la Palestina come Terra Promessa”
Federico II

Dopo aver vissuto un’avventura in Puglia o in qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!

Infine, se volete restar aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road


Articolo scritto da: Luca Peluso


Condividi questo articolo:

Cosa vedere in Puglia: luoghi, città e punti di interesse

Facebook Tipintravel

Iscriviti alla Newsletter:

noleggio pulmini 9 posti roma

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE

>>> PRENOTA ORA confrontando gli hotel migliori in PUGLIA sfruttando il prezzo più basso garantito da TipInTravel, CLICCA QUI per avere uno sconto del 15% sulla prenotazione <<<

Facebook Tipintravel