Ponte tibetano Barcis: informazioni, consigli ed escursioni per l’attraversamento

Informazioni utili per poter attraversare il ponte tibetano Barcis

Nel cuore delle Dolomiti friulane, e più precisamente nella Valcellina, si trova un piccolo comune di poco più di 250 abitanti, Barcis, che sorge sulle rive dell’omonimo lago artificiale.
Il Lago di Barcis è un luogo idilliaco, ricercato sia dagli abitanti della regione che dai turisti occasionali per la bellezza del paesaggio, ma anche per l’atmosfera di pura pace e relax che si respira nelle sue vicinanze. Ponte Tibetano BarcisApprezzato sia d’estate che durante i mesi invernali, quando l’acqua più vicina alla sponde viene ricoperta da un leggero strato di ghiaccio, il lago è una meta ideale per chiunque voglia staccare dalla routine per immergersi qualche ora a stretto contatto nella natura: le attività da fare nei suoi dintorni infatti non mancano di certo e sono adatte sia ai più tranquilli che agli spiriti più impavidi.
Questo articolo, in particolare, è dedicato a questi ultimi, che vogliono provare l’adrenalina di camminare sospesi nel vuoto a un’altezza vertiginosa: il ponte tibetano di Barcis vi permetterà infatti di vivere un’esperienza unica nel suo genere, insolita e al tempo stesso avventurosa.

Con questa piccola guida, vi lasciamo tutte le informazioni utili riguardo al ponte tibetano di Barcis, da come raggiungerlo agli orari di apertura/chiusura, oltre ad alcune indicazioni su cosa vedere e fare nelle sue vicinanze.
Ma iniziamo intanto a capire le sue caratteristiche e alcuni dettagli sulla sua creazione, per poi passare piano piano a parlare di ogni aspetto del fantastico ponte tibetano Barcis…

Caratteristiche, realizzazione e dettagli

Il ponte tibetano di Barcis è un ponte sospeso al di sopra del lago artificiale di Barcis, realizzato con una struttura di funi e gradini di acciaio.
Lungo circa 55 metri, dalla sua sommità permette di ammirare un incredibile panorama sul lago sottostante e sul torrente Cellina da un’angolatura decisamente particolare, per non parlare della vista privilegiata sulla vallata e la sua Riserva Naturale. Passeggiando lungo il ponte sembra quasi di volare nel vuoto al di sopra della forra del Cellina e del canyon naturale da esso formato.

Inaugurato nel 2016, precisamente il giorno 6 agosto, il ponte tibetano di Barcis ha avuto da subito un riscontro positivo e tutt’oggi la piccola “fama” che si è creato richiama centinaia di visitatori a stagione, incuriositi sia dal ponte in sé ma anche dall’ambiente suggestivo che lo circonda. (Oltre che dalla vicinanza con il Pordenone, distante solo una mezz’ora di auto.)
Il ponte tibetano è stato costruito grazie ai fondi regionali affidati al Comune, questo ponte rientra in realtà in un progetto molto più ampio e ambizioso, iniziato circa una decina d’anni fa: lo scopo principale era ed è ancora la valorizzazione di Barcis e dell’intera area circostante, soprattutto della Riserva del Cellina, attirando l’attenzione del turismo naturalistico e non solo, sia italiano che straniero.


Guarda i prezzi degli aerei con la nuova funzione vola quasi gratis di tipintravel…

Periodo di apertura, informazioni ed orari per l’attraversamento

Il Ponte Tibetano Barcis è collocato ad un’altura tale che non permette di esser sempre aperto e percorribile, ma solamente a determinati orari e in certi periodi dell’anno, essendoci anche il bisogno di personale addetto alla sicurezza e alla gestione per l’attraversamento. Ma capiamo meglio quali sono questi requisiti e le informazioni da sapere per procedere ad andare da una parte all’altra del ponte.

Il costo del biglietto d’ingresso (comprensivo appunto del noleggio dell’attrezzatura) è di 3€ a persona, prezzo che può variare a seconda del fatto che si scelga di partecipare o meno a un’escursione guidata, in quel caso, il prezzo può salire ai 10€ a testa (non limitandosi però solamente all’attraversamento del ponte).Informazioni e apertura del ponte tibetano Ma comunque sia, per entrambe le tipologie di attraversamento, il costo è molto ridotto rispetto alle emozioni che può offrirvi il ponte tibetano.
In ogni caso, però, per entrambe le opportunità, il ponte è accessibile solamente nei mesi estivi per evitare problemi legati alle condizioni del meteo che potrebbero renderlo poco sicuro.
Gli orari, da maggio a settembre sono i seguenti: dalle 10.00 alle 17.00, tutti i giorni.

Per accedere sul ponte tibetano Barcis, tuttavia, è necessario indossare l’equipaggiamento adatto in modo da vivere l’esperienza in totale sicurezza. Ma niente paura: casco, ganci e imbragatura vi saranno forniti direttamente sul posto, inoltre, poco prima di iniziare l’attraversamento del ponte vi sarà introdotta anche una breve spiegazione del loro utilizzo (cosicché anche i meno esperti possano stare tranquilli!).
L’unica raccomandazione che vi diamo è quella di indossare calzature comode e dalla suola non piatta, onde evitare di scivolare e farvi male, e, ovviamente, abbigliamento sportivo.
Queste sono tutte le informazioni di cui avete bisogno per attraversare il ponte in totale sicurezza, e soprattutto per sapere in quale periodo andare e in che orari, per evitare di ritrovarvi ad arrivare sul luogo e poi non poter attraversare il fantastico ponte tibetano.

Come raggiungere il ponte tibetano a Barcis

Arrivare al ponte tibetano di Barcis, in realtà, è abbastanza semplice. Esistono infatti due ingressi dai quali è possibile accedervi: il primo si trova proprio a Barcis, nella località di Ponte Antoi; il secondo, invece, si trova ad Andrei, nella località di Bivio Molassa.
Indipendentemente da quale punto di partenza si scelga, sarà necessario arrivarci a piedi attraverso una breve e semplice passeggiata: il tratto da percorrere infatti è quello della vecchia strada della Valcellina, oggi trasformata in pista pedonale e ciclabile, che passa all’interno di uno dei canyon più spettacolari e scenografici di tutta Italia.
Anche solo la passeggiata vale di per sé la pena. (Non dimenticate a casa la macchina fotografica oppure ve ne pentirete amaramente!).

Per arrivare effettivamente sul posto, però, prima ancora di parcheggiare, lo si può fare attraverso la Strada Statale 251 della Val di Zoldo e Val Cellina. Sia se arrivate dal Nord, che dal Sud, è necessario poi uscire quando troverete le indicazioni per Barcis, ma in realtà, la SR251 attraversa pienamente la zona del lago e del Ponte Tibetano di Barcis, pertanto vi ritroverete senza neanche accorgervene sul posto per la fantastica escursione.


Escursioni organizzate e percorsi

Se avete voglia di visitare il ponte tibetano Barcis ma anche di scoprire quali altre meraviglie naturali e paesaggistiche offre la zona, potete sempre optare per una delle tante escursioni organizzate proposte, molte delle quali tenute direttamente dal Comune.
Una delle più popolari e che ha ottenuto finora il più alto riscontro positivo è quella che in poco più di due ore, con il sostegno e i racconti di una guida esperta, vi permetterà di ripercorrere il sentiero dalla vecchia strada della Valcellina fino ad addentarvi nell’Androne carsico, per poi passare sul ponte tibetano sulla via di ritorno a Barcis.Barcis

L’escursione, con partenza dalle 10.00 alle 14.30 tutti i weekend da giugno a settembre (escluso il mese di agosto, quando sarà possibile parteciparvi anche tutti gli altri giorni della settimana), ha un costo pari a 13€ a persona ed è disponibile per gruppi di minimo 10 persone, massimo 20.
I biglietti sono acquistabili direttamente all’ingresso della vecchia strada della Valcellina presso la biglietteria apposita, oppure sono prenotabili con largo anticipo sul sito della Cooperativa Valcellina e/o del Comune di Barcis.
Se invece si vuol attraversare il ponte in autonomia e effettuando un percorso a proprio piacimento, indichiamo che l’area attorno al ponte tibetano è completamente libera, pertanto è possibile muoversi senza troppi problemi e dirigersi nelle direzioni preferite, magari esplorando la zona con una bella passeggiata paesaggistica, per poi arrivare al ponte quando si vuole e pagare il solo costo di attraversamento.

Nei dintorni del ponte tibetano…

Le attrattive nei dintorni non si limitano esclusivamente al ponte tibetano. Barcis infatti si trova in una località ricca di meraviglie naturali, prima fra tutti appunto la forra del Cellina e la vecchia strada. Oltre che per la bellezza del posto, caratterizzato da imponenti pareti verticali di roccia dovute a un forte fenomeno di erosione fluviale (cosa che lo rende in assoluto uno dei canyon italiani più belli), il luogo ha una valenza storica non trascurabile: questo tracciato di strada nacque infatti come strada di servizio per la costruzione della vecchia diga e fu la prima carrozzabile di accesso alla valle dalla pianura fino agli inizi degli anni ’90.
Impossibile non citare anche l’Androne carsico, ovvero una grotta lunga 80 metri e alta 23 che si apre sulla sponda destra della forra: grazie alle innumerevoli stalattiti e stalagmiti presenti, questa cavità sotterranea è davvero suggestiva e siamo certi che stupirà piacevolmente sia i più grandi che i più piccoli!

Infine, dopo aver provato tante emozioni adrenaliniche è bello anche concedersi una camminata rilassante tra il verde: a questo proposito, poco lontano dal ponte tibetano, parte il Sentiero del Dint, lungo poco più di 3km.Lago di Barcis La particolarità di questo percorso, oltre al fatto di sentirsi totalmente immersi nella natura più incontaminata, è la presenza di tre punti di osservazione privilegiata che vi lasceranno sicuramente senza fiato: il primo belvedere si affaccia sulla diga, sul lago e sulla conca di Barcis; il secondo sulla forra e la vecchia strada del Cellina; infine, l’ultimo offre un’ampia visuale sull’abitato di Andreis e sul monte Fara che si staglia maestoso nel panorama sullo sfondo.

Tenete presente che, soprattutto per gli amanti degli sport acquatici, lungo le sponde del lago è possibile praticarne e noleggiare tutta l’attrezzatura per fare surf, ma anche vela, kayak, motonautica (proprio a Barcis si tiene ogni anno una gara internazionale di questa particolare disciplina), oltre alle immancabili immersioni subacquee






Insomma, a Barcis e dintorni c’è davvero tanto da scoprire e, a partire dal suo ponte tibetano, Barcis saprà senza dubbio come intrattenervi facendovi vivere esperienze intense adatte un po’ a tutti i gusti.
Con questo articolo vi abbiamo voluto mostrare tutte le informazioni e curiosità del ponte tibetano e della zona circostante, sperando di avervi fornito delle ottime linee guida per una visita completa o una semplice escursione di una giornata, in questo modo nel momento in cui deciderete di farvi forza ed attraversare questo particolare ponte, siamo sicuri che arriverete sul luogo preparati e consapevoli di ogni circostanza ed evenienza!
A noi di TipInTravel non ci resta che augurarvi una buona escursione, mentre a voi non vi resta che prepararla e spingervi all’attraversamento del fantastico ponte Tibetano! Barcis aspetta soltanto voi…Ponte Tibetano Barcis

Dopo aver visitato Barcis o qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!

Infine, se amate viaggiare e girare il mondo, per restar sempre aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road

Condividi questo articolo:

Ponte tibetano Barcis: informazioni, consigli ed escursioni per l’attraversamento

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Ponte tibetano Barcis

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Ponte tibetano Barcis 46.190300, 12.558200 Ponte tibetano Barcis informazioni, consigli ed escursioni per l’attraversamento

Facebook Tipintravel

Iscriviti alla Newsletter:

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE


Articolo scritto da: Francesca Lamperti