Parc Guell Barcellona: biglietti, orari e prezzi sul parco di Gaudì

Guida completa a Park Guell, tutto quello che c’è da sapere sul parco più famoso di Barcellona

In questo articolo di TipInTravel vi portiamo in Spagna. Mentre attendiamo che la Sagrada Familia venga completata (sperando di arrivarci a vederla completa!) andiamo vedere un’altra opera di Gaudì, dalla stimata bellezza: Parc Guell a Barcellona, ogni anno meta di milioni di visitatori. Parco Guell è il parco più famoso della Spagna, se non di tutto il mondo!parc guell barcellona
I visitatori di Park Guell si addentrano in un mondo fantastico, dai colori e dalle forme sognanti, onirici, capaci di stupire gli occhi di chi guarda. Bambino o adulto che sia, è impossibile non apprezzare la mente sconvolgente del suo ideatore, che proietta sottoforma d’arte tutta la sua fantasia. Sicuramente grazie a Parc Guell Barcellona è riuscita ad avere un’impronta ancora più grande del noto artista.

Dunque, se siete in viaggio a Barcellona e tra una paella e l’altra state pensando di fare un giro a Parco Guell, o siete a casina a progettare il prossimo viaggio alla volta della Catalogna, state leggendo l’articolo giusto, dato che questa guida è realizzata proprio per aiutarvi a capirci qualcosa in più! Oltre ad affrontare le origini, cosa vedere, i prezzi e come arrivare, andremo a scoprire come acquistare i biglietti per Park Guell e qualche trucchetto aggiuntivo per la visita, oltre ovviamente a curiosità e dettagli, così dal fornirvi tutte le informazioni necessarie per il vostro giro nel parco, durante il prossimo viaggio a Barcellona. Dopo questa guida non avrete più scuse! È arrivato il momento di scoprire tutte le meraviglie di Parc Guell, Barcellona!

Storia e realizzazione di Park Guell

Partiamo dunque con il parlare un po’ della storia, della realizzazione del parco e dell’artista dietro il capolavoro di Parc Guell a Barcellona.
L’ideatore di Parco Guell fu l’architetto spagnolo Antoni Gaudì, esponente del modernismo catalano, che, pur rispecchiando tutti i presupposti ideologici e tematici, alle sue opere ci teneva ad aggiungere un suo “tocco personale”. Ed è per questo motivo infatti che possiamo notare nelle sue opere qualcosa di unico, che le rende ben distinguibili dalle altre seppur dello stesso movimento artistico.parc guell A Gaudì piacevano le forme naturali, ma le stravolgeva, anticipando così quella corrente artistica che venne chiamata in seguito surrealismo.

Gaudì venne definito “plasmatore della pietra, del laterizio e del ferro”, dalla fama sconcertante e da opere meravigliose: ben sette di loro, tutte di Barcellona, sono patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.
Parc Guell di Barcellona deve il suo nome al ricco imprenditore Eusebi Guell, che acquistò nel 1885 un terreno in collina, da cui si aveva una vista di Barcellona dall’alto. Contattò l’architetto Gaudì, con cui già aveva un rapporto d’amicizia, e gli affidò il progetto di un complesso residenziale privato.

Gaudì all’epoca era certamente già celebre a livello mondiale per la sua art nouveau catalana, e gli venne chiesto espressamente di creare una città giardino che più ricordasse un villaggio, con case che si integrassero perfettamente con la natura e che celebrasse la simbiosi tra uomo e terra. Sfortuna vuole che i clienti non avessero percepito la bellezza che voleva tramandare, e solo 2 delle 60 ville progettate vennero costruite. Così al posto delle case, Gaudì decise di lasciarci un parco meraviglioso pieno di sculture che solo lui poteva creare e che, ai giorni d’oggi, è divenuto uno dei parchi più belli del mondo, con decine di migliaia di visitatori ogni anno.


Cosa vedere al Parc Guell di Barcellona?

Parc Guell a Barcellona è di certo una delle opere di Gaudì più apprezzate: a distanza di quasi un secolo dalla sua inaugurazione (avvenuta nel 1926) è ancora in grado si stregare i suoi visitatori. Porque?
Scopriamo le meraviglie che ci attendono nel parco. Premettiamo che la zona monumentale è a pagamento, mentre più del 90% di Parc Guell di Barcellona è visitabile gratuitamente (nonostante ci sia qualche trucchetto, che vi sveleremo più avanti, su come visitare tutto gratuitamente).
Dunque, partiamo dall’entrata principale, a Carrer de Larrard, che si riconosce grazie alle due portinerie con i caratteristici pinnacoli attorcigliati. Qui troverai un museo con la ricostruzione della storia di Park Guell, del modernismo a Barcellona e le principali tecniche costruttive utilizzate da Gaudì.
Proseguendo ti troverai alla scalinata del dragone (quella con la famosa salamandra, divenuta simbolo di Barcellona, che di certo avrai già visto) la quale porta alla sala ipostila (anche chiamata Tempio Dorico). Sopra vi è la piazza della Natura, che inizialmente si chiamava teatro greco, dove è posta la Banc de Trencadís, la lunga panchina perimetrale fatta con pezzi di ceramica nello stile di Gaudì. Ma non è soltanto questo ciò che c’è all’interno di Park Guell… Vediamo nel dettaglio tutto ciò che troverete a Parco Guell!

Casa Museo di Gaudì

A destra della piazza, potrete trovare la Casa Museo di Gaudí, dove l’architetto visse per 20 anni. All’interno della casa vi è una collezione privata di vari oggetti e mobili disegnati da Gaudì, utile per scoprire la parte più intima della vita privata dell’architetto catalano.
Da qui potrete raggiungere con facilità il giardino d’Austria: una collezione di piante donata dall’Austria a Barcellona, in occasione di un’esibizione nel 1977. Dal giardino d’Austria avrete modo di godere di un ottimo panorama sulla città sottostante.

ATTENZIONE: per accedere all’interno della casa di Gaudì bisognerà comprare un altro biglietto, è dunque escluso dai biglietti di Park Guell che già avete acquistato.

Divertitevi ad esplorare il parco! D’altronde vi trovate sempre in un villaggio, anche se mai divenuto tale. Ammirate lungo la strada i ponti e le strade progettate da Gaudì, che curò anche la disposizione degli alberi, disposti ancora secondo il suo schema originale

Il Calvario

Il Calvario si trova ancora nella parte gratuita del Parc Guell di Barcellona, ed è anche il punto più alto di essa. Il monumento prende questo nome per via delle tre croci che segnano i punti cardinali. Gaudí, per costruire questo monumento, si ispirò ad una grotta preistorica con i resti di fossili. Qui avrebbe dovuto esserci una cappella, ma Gaudí non la costruì mai, mentre ora, per fortuna, possiamo godere di una vista mozzafiato su Barcellona.

La terrazza Plaça de la Natura – Zona Monumentale

Questo è senz’altro il luogo più caratteristico di Parc Guell, Barcellona. Il posto che più lo rappresenta e quello per cui viene ricordato nell’immaginario collettivo. Questa è la zona monumentale, ed è a pagamento.
Qui la Banc de Trecandis, la panca a forma di serpente creata con una tecnica decorativa che unisce frammenti di ceramica e pezzi di vetro colorati, delimita un ampio piazzale da dove è possibile ammirare i tetti di Barcellona.
Rimanete quanto volete nella Plaça de la Natura, perché una volta che si è usciti non si può più accedervi purtroppo! Dunque, godetevela a pieno!

CURIOSITÀ: Questa lunga panchina svolge anche la funzione di raccoglimento delle acque piovane: l’acqua è filtrata dalla roccia e sabbia, scorre poi sotto il colonnato per essere raccolta in una cisterna sotterranea. La piazza, con la sua vista panoramica sulla città, è una delle zone più iconiche da visitare e fotografare.

“El viaducto dels enamorats”

Gaudì sembra aver fatto apposta quella volta a crearlo. Per le anime gemelle alla ricerca di un momento magico, il percorso sotto questa esaltante costruzione è perfetto. Qui nei momenti di più calma, quando c’è più silenzio, potrete udire la musica di artisti, suonatori di violino e chitarra, capaci di rendere l’atmosfera ancora più incantevole. Il luogo ideale per passeggiare e godere a pieno dell’atmosfera magnifica di Park Guell. Barcellona saprà offrirvi attimi di coppia emozionanti all’interno di questo bellissimo parco e in particolare nel Viaducto dels enamorats.

Le due case

Arrivati all’ingresso principale di Parc Guell a Barcellona, noterete due strutture ai lati del cancello dove si trova la biglietteria (qui sono acquistabili sul posto i biglietti di park guell).
Queste due strutture vengono chiamate “le due case”. Non ricordano casette di marzapane? Ebbene sì, Gaudì si ispirò alla fiaba di Hansel e Gretel! Queste due fantasiose (quanto buffe) strutture colorate, avrete notato che i tetti ricordano dei funghi e sono stati costruiti con delle piastrelle tradizionali fatte d’argilla della Catalogna, ricoperte di “trencadís”. Come abbiamo visto, Gaudì amava particolarmente questa tecnica decorativa con pezzi di ceramica colorata.
La casa di sinistra è utilizzata come portineria, con tanto di sala d’aspetto e cabina telefonica, mentre la casa di destra era la residenza del portiere. Per questo la casa di destra si chiama Casa del Guarda. Oggi però è adibita come Museo di Storia di Barcellona.

Sala ipostila (Tempio Dorico)

Eccoci arrivati alla maestosa sala ipostila, conosciuta anche con il nome di Tempio Dorico. Questo è uno dei posti di Parc Guell a Barcellona forse più sognanti. Sembra di essere quasi teletrasportati in un mondo diverso, nella mente fantasiosa di un bambino.
A vederla dà l’idea di essere una foresta: composta da 88 colonne di pietra, posizionate apposta leggermente inclinate per dare l’idea e la sensazione di trovarsi fra gli alberi. La sala ipostila venne chiamata anche Tempio Dorico per via della scelta delle colonne, che sono ispirate all’ordine dorico.
Nel progetto originale di Gaudí, nella sala ipostila doveva sorgere il mercato della Cittadella. Potrete notare infatti che le colonne attorcigliate sostengono il tetto, creando un chiostro che sembra germogliare direttamente dalle radici degli alberi.
Sorprendente è di certo il tetto. È costituito infatti da piccole cupole costruite ancora una volta con la tecnica dei trencadís. Le cupole vennero realizzate da Josep Jujol, uno dei molti assistenti di Gaudí.

La salamandra

Entrando dall’ingresso principale verrete accolti da un’ampia scala che conduce proprio alla sala ipostila. Questa scala è ornata da tre fontane, e quella in cima è davvero peculiare. Sicuramente l’avrete già vista, poiché ormai è diventato uno dei simboli identificativi più famosi di Parc Guell…e Barcellona anche, oserei dire!park guell
Parliamo della popolare salamandra! Anche se non si sa esattamente che animale sia, dato che Gaudì non l’ha mai specificato: una salamandra? un camaleonte? Un drago? Mah!
Al centro della scala, colorata anch’essa per via della tecnica trencadís, se ne sta vigile, pronta ad accogliere i visitatori e vegliare sul magnifico Parc Guell di Barcellona.

Negli anni molte persone hanno elaborate varie teorie sulla simbologia della salamandra. Alcuni pensano al pitone del mitologico tempio di Delfi, altri suppongono si tratti del coccodrillo che appare nello stemma della città francese di Nîmes, dove Eusebi Guell visse per un periodo, qualcuno lo riconduce al Drago di San Giorgio (Gaudì ha molto a cuore questa storia, tanto che appare anche in Casa Batllò e Sagrada Familia). Insomma, davvero un sacco di collegamenti a magia, mitologia…ma in verità, è molto più probabile che Gaudì abbia pensato alla salamandra alchemica, che simboleggia il fuoco, la prosperità e l’abbondanza. Anche perché indovinate il simbolo di Barcellona? Proprio la salamandra!

Il portico della lavanderia

Questo portico fa parte di un complesso di altri portici che hanno la funzione di supportare le strade soprastanti. I portici erano stati progettati con l’idea di collegare le case del complesso residenziale che però, come abbiamo detto, non fu mai costruito.
Il portico della lavanderia è forse il miglior esempio di cosa Gaudí intendesse con architettura naturalista o organica: il porticato infatti ha una forma di onda, con le colonne piegate in modo da dare l’impressione di essere al di sotto dei flutti. Un bellissimo portico con una storia dietro e uno stile unico, che contribuisce anch’esso al complesso di tutte le opere all’interno di Park Guell.

Parc Guell biglietti e prezzi

Come abbiamo detto, la zona monumentale del parco è a pagamento dal 2013, nonostante ci sia ancora un modo per accedervi gratuitamente, che vi spiegheremo come promesso poco più avanti. Qui vi indicheremo dove acquistare i biglietti per Park Guell e il relativo costo. Per quanto riguarda i biglietti Park Guell indica su ognuno di essi l’orario di ingresso, così da controllare e gestire il flusso di visitatori che arriva ogni giorno al bellissimo parco di Barcellona. Ma non abbiate paura, facciamo presente che esiste un tempo di tolleranza di 30 minuti sull’orario indicato sul biglietto. Ad esempio, se prenotate l’entrata alle 10, potrete entrare non oltre le 10.30.

Prezzi e costo per la visita

Biglietti Park Guell per visita autonoma (comprende il trasporto con Bus Guell):

  • Adulti 10 euro;
  • Bambini dai 7 ai 12 anni e over 65 anni 7 euro;
  • Bambini fino ai 6 anni gratis;
  • Accesso ai disabili gratuito.

Biglietti Park Guell per visita guidata di gruppo (comprende il trasporto con Bus Guell):

  • Adulti 22 euro;
  • Bambini dai 7 ai 12 anni e over 65 anni 19 euro;
  • Bambini fino ai 6 anni gratis;
  • Accesso ai disabili 12 euro.

Biglietti Park Guell per visita guidata privata (comprende il trasporto con Bus Guell):

  • Adulti 55 euro;
  • Bambini dai 7 ai 12 anni e over 65 anni 52 euro;
  • Bambini fino ai 6 anni gratis;
  • Accesso ai disabili 45 euro.

>>> COMPRA ORA i biglietti per la visita di Park Guell a prezzo scontato <<<

Dove e come acquistare i biglietti

Le opzioni per acquistare i biglietti di Park Guell sono due: in biglietteria oppure online.biglietti park guell
Il prezzo non cambia, ma se acquistate online i biglietti per Park Guell avrete due vantaggi:

  1. Avrete la sicurezza di entrare! Ogni ora possono entrare 400 persone, che detta in questo modo sembreranno tante, ma non è così. Se questi visitatori hanno già prenotato online i biglietti di Park Guell avranno la precedenza e voi potreste attendere un’infinità di tempo finché non si libera un posto o arriva il vostro turno. Nel peggiore dei casi, non entrerete. Dunque, meglio comprare i biglietti Park Guell su internet e avere la certezza di poter entrare il giorno che avete già stabilito!
  2. Bus Guell incluso: hai capito bene, nei biglietti per Park Guell è incluso il trasporto fino all’entrata, acquistando online avrete questo vantaggio anche per l’andata!

ATTENZIONE AI SITI: dato che il sito ufficiale con le tariffe sopra citate è solo in lingua inglese, spagnola, francese e catalana, ci sono molti siti italiani che propongono l’acquisto dei biglietti per Park Guell a prezzi molto più alti, poiché si trattengono 1, 2 a volte 3 euro di commissione, oltre ad avere un intermediario che non può garantirvi assistenza in caso di eventuali problematiche!
Suggerimento: se non hai la possibilità che qualcuno traduca per te, usa la funzione di Google Chrome che traduce le pagine internet automaticamente, oppure in alternativa usa sistemi di gestione dei ticket come GetYourGuide, che vi permetterà di includere nel biglietto d’ingresso anche delle guide o altre iniziative di Barcellona, così da pagare si qualcosa in più, ma con una motivazione.

Entrare gratuitamente al parco…

Se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna, giusto? Ebbene vi sveleremo il trucco per evitare di accedere gratis alla zona monumentale di Parc Guell a Barcellona!

L’ingresso principale di Parco Guell è Carrer de Larrard, dove vengono messe transenne solo dalle ore 7.45 del mattino e tolte dopo l’orario di chiusura (dipende dal mese).
Pertanto, prima e dopo questi orari è possibile ancora accedere alla zona monumentale…fantastico no? E pensare che quando c’ero stata io avevo scarpinato fino al punto panoramico più alto per vedermi la zona monumentale da lassù in cima…

Guarda i prezzi per volare in Spagna alla scoperta di Barcellona! Voli a partire da 9,90€


Consigli per la visita, curiosità e altri dettagli…

Intanto inizio col dire che Parco Guell è visitabile ogni giorno dell’anno. Gli orari variano a seconda dei mesi e il nostro suggerimento è: prima andate, meglio è.parc guell biglietti
Parc Guell a Barcellona è un’attrazione turistica davvero famosa, attira visitatori da tutto il mondo ed è terribile trovarsi a camminare stretti come sardine, non importa che ci siano i 40° gradi di agosto o i 3° di dicembre. Non vi godrete la visita di un luogo che è stato creato, come abbiamo visto, per simboleggiare uomo e natura in simbiosi, e questo non verrà abbastanza apprezzato se non potrete osservare in pace e con calma.
Se non amate il chiasso o i posti affollati, meglio dunque recarsi il mattino presto. In genere si effettua l’apertura per le 8 del mattino. Perciò consigliamo di visitare prima la zona monumentale, prima delle ore 9, e lasciare la visita nella zona gratuita per dopo. Ancor meglio se avete voglia di alzarvi prima e dirigervi al parco quando ancora l’ingresso è gratuito.

Visitare Parco Guell la mattina è consigliato specialmente nelle torride giornate estive. Evitate la calura del pomeriggio, ricordate che dovrete camminare sotto il sole e in collina, dunque la mattina potreste trovare ancora fresco, o al massimo, il tardo pomeriggio, dalle 17.30 in poi.
Il pomeriggio potreste dedicarlo all’esplorazione del quartiere di Gracia, il barrio più piccolo di Barcellona ma anche il più densamente popolato, dove convivono gli storici residenti del quartiere in perfetta sintonia, come una grande famiglia.

Nel quartiere di Gracia potrete osservare le particolari e storiche piazze, ma non solo… Noi consigliamo:

  • CASA VICENS: prima opera di Gaudì, realizzata tra il 1883 e il 1888. Qui segue i principi naturalistici, aggiungendo influenze gotiche e mudejar.
  • CASA RAMOS (a plaça Lesseps) e CASA FUSTER (a passeig de Gràcia 132), entrambi edifici del primo Novecento.
  • MERCADO DE LA ABACERIA CENTRAL: mercato tipico locale vecchio più d’un secolo, simile al mercato della Boqueria, ma con bancarelle esterne che le donano quella sensazione di rustico e locale.

Tornando al nostro Parco Guell, se siete fotografi professionisti o amanti di selfie, vi diciamo da subito che manco se vi accampate di notte riuscirete a fotografarvi sopra la celebre lucertola. E nemmeno a trovare un momento in cui il tempio dorico sarà vuoto… non di giorno almeno! Dunque, ancora una volta, alzatevi di buon’ora e avrete foto fantastiche!

Altri consigli per la visita…

  • Esiste una sola biglietteria, che è ubicata all’entrata principale, ma vi sono entrate secondarie. Se avete già comprato i biglietti online, entrate all’ingresso ovest per evitare lunghe file!parc guell barcellona orari
  • Se dovete fare i biglietti e avete diritto a riduzioni, portatevi dietro i documenti di riconoscimento;
  • Se pianificate di pranzare nel parco, optate per un pranzo a sacco, il cibo a Parco Guell oltre che essere caro è anche puramente per turisti, spenderete soldi per cibo assolutamente non tipico catalano!
  • Per foto davvero belle, scegliete la mattina presto o la sera verso la golden hour, ci saranno poche persone e le luci renderanno la bellezza del parco ancora più magica;
  • Ripetiamo che siamo in un luogo collinare, si dovrà scarpinare parecchio, perciò armatevi di scarpe comode, non scordatevi la crema solare e un cappello!
  • Per giungere al parco usate il Bus Guell se avete acquistato i biglietti Park Guell online, altrimenti il bus linea 24. Evitate i costosi taxi;
  • Non hai acquistato i biglietti online e hai sentito delle tremende file e lunghi tempi d’attesa? Niente paura: alle macchinette della metro alle stazioni della linea L3 Vallcarca o Lesseps, potrete acquistare i biglietti e sapere anche la disponibilità per il giorno che volete prenotare, così da evitare sprechi di tempi e fatiche inutili. Non sai la lingua? In genere nelle macchinette delle metro c’è l’opzione lingua italiana, ma se per qualche ragione non fosse così, non farti remore nel chiedere agli agenti ferroviari: sono persone davvero gentili e che hanno a che fare con turisti tutti i giorni, provare per credere.


Visita guidata in italiano del parco

Parliamone chiaramente: il Parc Guell di Barcellona offre visite guidate ma… Non in italiano! Per fortuna però esistono agenzie esterne che organizzano queste visite con guide esperte in lingua italiana.
Una visita guidata in italiano che abbiamo trovato efficiente e interessante è acquistabile su TicketBar. Ora vedremo gli orari, i prezzi e i punti di ritrovo.

Orari: ogni lunedì, giovedì e domenica, alle ore 11.30 (durata 1 ora e mezza)

Prezzi: adulti 31,50€; bambini dai 10 ai 17 anni 27,50€; sotto i 10 anni gratis

Punto di ritrovo: Carrer de Larrard 41 (di fronte al Gaudí Experience)

Comprando questi biglietti per Park Guell eviterete la lunga fila alla biglietteria ed avrete accesso prioritario!

Un altro grande rivenditore di tour privati è senza dubbio GetYouGuide: conosciuto, affidabile e sicuro. Ricordate di comprare questi biglietti Park Guell in anticipo in quanto le visite sono a numero ridotto e potreste non trovare posto se prenotate all’ultimo.
Dopo aver effettuato l’acquisto dei biglietti per Park Guell riceverete un’e-mail di conferma del pagamento dall’erogatore (TicketBar o GetYourGuide che sia).
In 24 ore dalla ricezione della mail, riceverete un voucher con i dettagli fondamentali per arrivare preparati all’incontro. Potete stamparlo o tenerlo nel telefono, l’importante è mostrarlo alla guida al vostro arrivo.

>>> CLICCA QUI per scoprire e prenotare il tour di Park Guell in italiano <<<

Gli ingressi di Park Guell, come arrivare?

Molte volte quando si parla dell’ingresso principale per Parc Guell di Barcellona, si dice che è a Carrer d’Olot, ma in realtà, Carrer d’Olot è solo la via dove il parco è ubicato! Mentre gli ingressi vengono per comodità indicati in base alla strada a cui sono adiacenti.

Perciò i 3 ingressi di Parco Guell sono:

  • ingresso principale a Carrer de Larrard
  • ingresso ovest a Carretera del Carmelo
  • ingresso est a Passatge de Sant Josep de la Muntanya

Ora che abbiamo capito le vie d’accesso, vi forniamo metodi su come potrete raggiungerle. Il modo migliore per spostarsi a Barcellona è sicuramente con la metro: veloce, precisa e ben diramata su tutta la città. Personalmente, preferisco i bus, che permettono di godere della vista delle belle ramblas di questa città. A ogni modo spiegheremo entrambe le modalità!

Come raggiungere Carrer de Larrard:

  • in bus: le linee 24 e 92 fermano direttamente davanti all’ingresso;
  • in metro: linea verde L3 con fermata Vallcarca o Lesseps, proseguire a piedi per 10 minuti.

Come raggiungere Carretera del Carmelo:

  • in bus: potete usare il bus turistico, che si contraddistingue per essere di colore blu!

Come raggiungere Passatge de Sant Josep de la Muntanya:

  • in bus: prendendo la linea bus N4, scendere alla fermata Camèlies – Pau Alsina per proseguire 12 minuti a piedi;
  • in metro: prendendo la Linea Verde (L3) scendete alla fermata Vallcarca dalla quale impiegherete circa 13 minuti a piedi, e un suggerimento se non siete amanti di lunghe salite è di prendere la scala mobile a Baixada de la Gloria. Lì vi troverete vicino all’ingresso in Passatge de Sant Josep de la Muntanya.

Per usufruire della navetta gratuita del parco inclusa nel biglietto (che avete comprato online) è necessario recarsi alla fermata Alfons X che potete raggiungere con la metro linea gialla L4 e da lì prendere la navetta.



Eccoci arrivati alla conclusione di questo articolo, nel quale vi abbiamo fornito tutte le informazioni necessarie per la vostra visita di Parc Guell Barcellona.
Oltre ad aver affrontato qualche nozione sulla sua storia, gli orari, il costo e info per i biglietti di Park Guell, vi abbiam parlato anche di cosa vedere, come arrivare e qualche curiosità e trucchetto per entrare gratuitamente! Credo proprio che siate pronti ad affrontare una bellissima giornata all’interno di questo magnifico luogo magico della città.
Dopo esser stati a Park Guell Barcellona non sarà più la stessa, lo stile e le opere di gaudi vi entreranno dentro al punto di farvi vedere con un occhio differente l’intera città, ve lo garantiamo!

Noi di TipInTravel speriamo che tutte le informazioni che vi abbiamo dato vi siano state utili e che ora più che mai abbiate desiderio di immergervi nella bellezza sognante di Parc Guell (Barcellona)! Buon viaggio!parc guell barcellona

Dopo aver visitato Park Guell o qualunque altro posto del mondo vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! TipInTravel infatti mette a disposizione un’intera sezione dedicata ai racconti di viaggio degli utenti! Clicca qui per saperne di più ed inizia subito a raccontare i tuoi viaggi nel mondo!

Infine, se amate viaggiare e girare il mondo, per restar sempre aggiornati con le offerte, le iniziative e le guide di TipInTravel potete seguirci sulla nostra pagina Facebook: TipInTravel – Quando vivere significa viaggiare… oppure iscrivervi nel gruppo dedicato a chi ama viaggiare su strada: Tipintravel – viaggiare on the road

Condividi questo articolo:

Parc Guell Barcellona: biglietti, orari e prezzi sul parco di Gaudì

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Parc Guell

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Parc Guell 41.414700, 2.151510 Parc Guell Biglietti, orari e prezzi sul parco di Gaudì

Facebook Tipintravel

Iscriviti alla Newsletter:

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare on the road

Il viaggio on the road, un’esperienza unica da condividere in pochi amici, scopri come organizzarti, itinerari da seguire e come preparare tutto l’occorrente per un viaggio perfetto… CONTINUA A LEGGERE


Racconti di viaggio

Viaggiare è l’esperienza più incredibile che possiamo fare nella nostra vita, quando si rientra a casa dopo un’avventura si vorrebbe raccontare a chiunque l’esperienza vissuta, ma spesso non è possibile… questa sezione è dedicata ai racconti degli utenti, scopri come raccontarci la tua esperienza e vincere premi quando vengono messi in palio… CONTINUA A LEGGERE


Idee per viaggiare

Tantissime idee e consigli per viaggiare nel mondo ed avventurarsi alla scoperta di nuovi posti, ma anche tante idee per godersi un pò di relax o divertirsi all’insegna di sport ed attività varie… CONTINUA A LEGGERE


Promozioni e offerte nel mondo

Il mondo del turismo è sempre in espansione e con l’arrivo della tecnologia si rivoluziona ogni giorno che passa, sono tante le aziende e compagnie aeree che offrono sconti, offerte e promozioni, visita la nostra sezione per vedere quelle del momento… CONTINUA A LEGGERE


Cerca per città

Il team di TipInTravel lavora costantemente per far crescere il numero di guide e consigli per viaggiare in tutto il mondo, se stai per partire e vuoi seguire una guida o scoprire le curiosità del posto cerca la tua destinazione e vedi se TipInTravel ha qualcosa per te… CONTINUA A LEGGERE


Articolo scritto da: Asia Colonna